La resistenza alla grandine dei pannelli fotovoltaici è diventato uno dei valori e delle preoccupazioni più rilevanti per chi vorrebbe acquistare un impianto a energia solare: con l’intensificarsi delle grandinate, conviene ancora installare pannelli solari? Vediamo insieme come stanno le cose.

1. Resistenza dei Moduli Fotovoltaici alla grandine

Se vi state chiedendo quali sono i pannelli fotovoltaici più resistenti alla grandine, la risposta è tanto semplice quanto fondamentale: nei pannelli solari la resistenza alla grandine è collegata ai materiali impiegati nella produzione.

Più i materiali sono resistenti, più possibilità avrà l’impianto di uscire indenne da una grandinata.

I pannelli fotovoltaici sono prodotti di alta tecnologia, realizzati da Aziende specializzate come OMNIA SOLAR che ne possono garantire la durata, l’efficienza e la resistenza agli eventi atmosferici per diversi anni. Se i materiali sono di ottima qualità, controllati e certificati, resisteranno anche a fenomeni meteorologici intensi come la grandine.

Pannelli fotovoltaici resistenza grandine

2. Come capire se i pannelli solari resistono alla grandine: il “test grandine”

Per garantire un maggiore livello di sicurezza e la conformità alle normative internazionali, gli stessi Enti di standardizzazione hanno elaborato un test di resistenza alla grandine applicabile ai pannelli fotovoltaici (norma di riferimento: IEC 61215).

OMNIA SOLAR ha deciso di eseguire il test su tutti i suoi moduli FV simulando le condizioni ambientali più sfavorevoli, come appunto la grandine.

Le prove includono simulazioni di diversi casi di impatto (ad es. palle di ghiaccio di varie dimensioni e velocità d’impatto), e richiedono che i moduli mostrino prestazioni inalterate rispetto a moduli non sottoposti al test.

Inoltre, se i test di resistenza vengono eseguiti in condizioni estreme per simulare le criticità maggiori (grandine che colpisce il pannello perpendicolarmente al massimo della velocità di caduta), le situazioni reali sono molto diverse. In primis, i moduli solitamente sono inclinati di 20°-30° sui tetti, quindi è improbabile che la grandine cada a 90° sul pannello. In secondo luogo, spesso le grandinate sono accompagnate da venti forti in varie direzioni che attenuano la velocità di caduta dei chicchi.

In conclusione, possiamo dire che i pannelli che godono della certificazione IEC 61215 e di elevate garanzie sul prodotto, hanno un basso rischio di subire danni da grandine.

Test resistenza pannelli solari grandine

3. Ma cosa succede ai pannelli fotovoltaici se grandina?

Nonostante l’aumento della frequenza con cui si verificano fenomeni atmosferici estremi, le grandinate che possono rappresentare un serio problema nello specifico per gli impianti fotovoltaici sono rare.

Quando si verificano questi eventi eccezionali, i rischi di danneggiamenti riguardano i tetti e le coperture degli edifici nel loro complesso.

Inoltre, ricordiamo che le grandinate più violente (per intensità e dimensione dei chicchi) che potrebbero danneggiare effettivamente i moduli si verificano ancora in zone piuttosto circoscritte.

Tuttavia, i danni che può subire un impianto fotovoltaico a causa di grandine eccezionale sono i seguenti:

  • danni estesi alla superficie in vetro
  • crepe invisibili ad occhio nudo
  • danni alle cornici o ai telai di ancoraggio
  • danneggiamento dei collegamenti elettrici

Cosa succede ai pannelli fotovoltaici se grandina

4. Effetti del danneggiamento da grandine

Non tutti i danni da grandine sono visibili immediatamente sui pannelli fotovoltaici, e possono causare problemi nel medio-lungo periodo se non vengono subito individuati e riparati.

Nel caso di crepe di piccola entità non immediatamente visibili, potrebbero verificarsi infiltrazioni d’acqua che causerebbero col tempo l’ossidazione di parte dei componenti della cella fotovoltaica.

Di conseguenza il pannello danneggiato mostrerebbe un calo della produttività e, se collegato in serie con altri moduli, potrebbe causare un abbassamento dell’output di energia dell’intero impianto.

Dunque è fondamentale intervenire tempestivamente per controllare lo stato di tutti i pannelli, così da evitare brutte sorprese nel lungo periodo.

Rimandare la verifica dell’impianto ad opera di professionisti potrebbe causare, nel giro di pochi mesi, importanti cali di produttività e spiacevoli ricadute economiche sulle bollette.

Danni pannelli fotovoltaici causa grandine

5. L’importanza dell’installazione per evitare danni ai pannelli fotovoltaici

Un’accurata installazione degli impianti fotovoltaici e in particolare il corretto ancoraggio dei pannelli alla superficie d’appoggio sono fondamentali per migliorare la resistenza degli stessi in caso di eventi estremi. Capiamo insieme perché.

Maggiore sarà l’inclinazione dei moduli rispetto alla terra, più saranno in grado di assorbire gli urti la grandine, evitando danni pesanti.

Anche l’orientamento cardinale dei pannelli solari può influire sulla loro resistenza e, se calcolato correttamente in base alla posizione geografica dell’impianto, potrà garantire più riparo e proteggerli dal rischio di danneggiamenti.

Come proteggere i pannelli del fotovoltaico dalla grandine

6. Come si possono proteggere i pannelli fotovoltaici dalla grandine?

Come proteggere i pannelli solari dalla grandine

1) Sempre in fase di installazione, è possibile sfruttare delle strutture di ancoraggio all’avanguardia che offrono ai pannelli un “effetto ammortizzante” che va ad attutire la forza dell’impatto della grandine contro i moduli. In ogni caso, in fase di montaggio dell’impianto, qualunque supporto che assorba gli urti può essere efficace per attenuare l’impatto dei chicchi e prevenire la rottura dei pannelli.

2) Anche utilizzare il vetro temperato per rivestire le celle solari (spessore 2-3,2 mm) può ridurre il rischio di danni da grandine, proteggendo il pannello sottostante dagli urti e garantendo la costante produzione di energia elettrica.

 

 

7. Pannelli danneggiati dalla grandine: come rimediare ai danni

RIPARAZIONE DEI PANNELLI DANNEGGIATI

Trattandosi di impianti altamente tecnologici, spesso installati su superfici difficili da raggiungere,  un intervento diretto da parte del proprietario dell’impianto è assolutamente vietato dalla legge. Solamente i professionisti certificati e abilitati hanno le competenze e le qualifiche per operare in quota in totale sicurezza, per intervenire su impianti elettrici e soprattutto per certificare l’avvenuta riparazione e il ripristino delle funzionalità del pannello. Per questo motivo è necessario rivolgersi a tecnici specializzati per assistenza su pannelli fotovoltaici danneggiati, sia per ripararli che per rimuoverli.

Pannelli fotovoltaici rotti dalla grandine

RIMOZIONE DI UNO O PIÙ MODULI GRAVEMENTE COMPROMESSI

A seguito di violente grandinate, è possibile che uno o più moduli FV siano troppo danneggiati e quindi vadano rimossi dall’impianto. La procedura detta di “bypass” si può applicare solo se l’inverter dell’impianto ha un range di operatività adeguato – dal momento che si verificherà una riduzione della tensione complessiva agli estremi dell’impianto. Ciò significa che anche il bypass potrebbe non essere una soluzione praticabile, in certi casi, e comunque comporterebbe una riduzione dell’efficienza complessiva dell’impianto.

Cosa si può fare allora per riportare l’impianto alla sua piena produttività?

SOSTITUZIONE PANNELLI DANNEGGIATI

Solitamente si opta per la sostituzione dei moduli danneggiati con nuovi pannelli, anche se non è sempre la soluzione migliore. Infatti, per garantire un rendimento ottimale, è importante che tutti i moduli FV abbiano la stessa potenza e tensione in uscita. Questo può rappresentare un problema nel caso di impianti datati in cui vengano introdotti pannelli moderni (al posto dei vecchi moduli non più in commercio): il calo fisiologico di potenza dei pannelli renderà molto difficile trovare un modulo nuovo con gli stessi livelli di potenza. Il risultato sarebbe un impianto con moduli di nuova generazione più potenti degli altri che andrebbero a produrre molto meno del loro potenziale, dovendosi allineare con i pannelli meno performanti in funzione.

Sostituzione pannelli fotovoltaici per grandine

REVAMPING & REPOWERING

Le attività di revamping e repowering consistono in operazioni di aggiornamento o potenziamento dell’impianto fotovoltaico. Ad esempio, la sostituzione dell’inverter si classificherebbe come intervento di revamping. L’aggiunta di una nuova batteria, l’installazione di potenza aggiuntiva o di un inverter più potente sono tutte operazioni di repowering, poiché sono finalizzate a potenziare un impianto esistente.

In caso di evento estremo che danneggia ampie porzioni di un vecchio impianto, potreste valutare di sostituire tutti i pannelli con moduli più performanti, riutilizzando le strutture di sostegno e i cablaggi già esistenti. L’investimento, in questo caso, sarà molto meno dispendioso rispetto alla prima installazione, ma il risultato sarà un impianto più moderno ed efficiente, che si ripagherà in poco tempo.

assicurazione pannelli fotovoltaici dalla grandine

8. Garanzie e assicurazioni per grandine sui pannelli fotovoltaici

OMNIA SOLAR offre una garanzia su pannelli fotovoltaici tra le più alte sul mercato – fino a 40 anni sul prodotto per le linee di moduli FV Performance e Iride, e fino a 30 anni per le linee Silver ed Elegance.

Ciò è possibile grazie all’impiego di soli materiali selezionati di alta qualità, tecnologie all’avanguardia, processi avanzati di automazione, controlli accurati sul 100% dei prodotti e test in ogni fase produttiva.

Questi elevati livelli di garanzia contribuiscono a rendere il marchio OMNIA SOLAR sinonimo di qualità, sicurezza e durabilità nel campo dei pannelli fotovoltaici.

Nonostante le garanzie di prodotto e di efficienza sui moduli fotovoltaici siano uno strumento fondamentale per tutelare gli acquirenti da possibili malfunzionamenti o difetti di fabbricazione, possono non essere sufficienti per far fronte ad eventi climatici estremi, danneggiamenti per la grandine o altri fenomeni.

Per questo esistono le assicurazioni per impianti fotovoltaici e pannelli, che possono coprire varie tipologie di danni, come quelli causati dalla grandine, da vento forte o tornado.

Stipulare una polizza assicurativa per proteggere il proprio impianto fotovoltaico (o estendere la copertura della propria casa all’impianto) è senz’altro una decisione saggia, poiché sono tanti i fenomeni atmosferici (ma anche elettrici o meccanici) che potrebbero rovinare o danneggiare pannelli fotovoltaici anche molto costosi.

quanto costa assicurare un impianto fotovoltaico?

9. Quanto costa assicurare un impianto fotovoltaico?

Per poter riparare il proprio impianto fotovoltaico a seguito di una grandinata ad un costo ragionevole, la soluzione migliore è sicuramente stipulare un’assicurazione contro danni meteorologici.

Ormai le maggiori compagnie assicurative offrono un’estensione della polizza a copertura proprio di questi eventi atmosferici eccezionali (grandine, fulmini, tornado, ecc.) che può includere specificatamente gli impianti fotovoltaici. Il premio di queste polizze varia tra lo 0,8 e l’1% del valore a nuovo dell’impianto.

Il costo di una assicurazione per un impianto fotovoltaico da 3kW può variare dai 100,00 € ai 250,00 € all’anno, mentre per un singolo kWh di potenza si dovrebbero pagare circa 80,00 €. Precisiamo che queste cifre sono a titolo esemplificativo, poiché gli importi definitivi dipenderanno da un insieme di fattori tra cui la collocazione geografica dell’impianto (più o meno a rischio grandine) e la natura o l’estensione dei danni che si vogliono coprire con la polizza.

In ogni caso, assicurare i pannelli solari contro la grandine potrebbe rivelarsi davvero molto utile, soprattutto per essere meglio tutelati economicamente nel caso di danni all’impianto fotovoltaico.

Tuttavia, prima di sottoscrivere una polizza assicurativa per il tuo impianto fotovoltaico, è bene considerare alcuni aspetti fondamentali:

  • la franchigia, ossia l’importo che l’Assicurazione NON risarcisce in caso di sinistro. L’entità della franchigia può essere più o meno elevata, arrivando anche al 20% della cifra da rimborsare;
  • il limite di indennizzo, una clausola per cui alcune Assicurazioni non garantiscono la copertura del 100% dei danni con rimborso ma solo una parte;
  • la garanzia per danni indiretti, ossia il risarcimento per mancata produttività dell’impianto danneggiato dalla grandine, può NON partire subito dopo il sinistro, e ha una durata limitata di 90 giorni.

10. Danni da grandine sugli impianti fotovoltaici: cosa aspettarsi in futuro

I fenomeni meteorologici hanno subìto degli stravolgimenti a causa dei cambiamenti climatici e della tropicalizzazione dei territori. Una delle conseguenze è che la grandine si forma a quote più elevate di prima, aumentano le dimensioni dei chicchi e la capacità di resistere alla caduta per un tempo più lungo.

Grandinate di intensità molto superiore rispetto alla media del passato potrebbero comportare chicchi grandi come palline da tennis, che arrivano al suolo ad una velocità di 120 km/h con un peso di qualche centinaio di grammi, o addirittura chicchi di 10 cm che raggiungono i 150 km/h pesando fino a un chilo.

L’aumento di fenomeni intensi e imprevedibili rischia di mettere a dura prova la resistenza dei moderni pannelli fotovoltaici, a volte testati con parametri ormai superati, e allo stesso tempo dovrà indirizzare la ricerca verso soluzioni tecnologiche sempre più innovative ed efficaci per proteggere questa preziosa fonte di energia rinnovabile.

Resistenza alla grandine pannelli fotovoltaici

Contattaci per capire come tutelare al meglio il tuo impianto fotovoltaico

Con OMNIA SOLAR avrai un servizio di assistenza pre e post vendita senza paragoni!

Articoli correlati